Abbandonati i vagiti, sguscia dalla culla. Sta venendo al mondo una bella Roma

 

A prima vista può sembrare una vittoria qualunque ricalcando la nenia delle gare con Verona e Benevento.

La musica non è cambiata. l’Udinese  è stata liquidata quando e come la Roma ha voluto.

Ma come diceva Agatha Christie , regina del giallo : ” Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova ” significa che sia giunto il momento di dare spazio alla alla formaziobe di Di Francesco .

Essa merita la lente di ingrandimento.

Il calcio dell’abruzzese . smessi i vagiti, sguscia dalla culla.

Fuor da metafora , sta nascendo “davvero una bella Roma “.

Liquidato il trittico comodo in teoria, la squadra giallorossa

mette in borsa roba pratica. Nove punti e segnali di partenza agli  insegnamenti del fresco allenatore. Non è merce di poco conto.   Essa lascia la porta aperta al consuntivo breve , ma ricco di significati.

I tifosi romanisti sanno a memoria il momento di gettare lo sguardo oltre l’orizzonte.

Il termometro del popolo difficilmente sbaglia, pronti, via.

“E’ davvero un bella Roma “.

Autorizza commenti, articoli , elzeviri , destinati al coro: “è’ davvero un bella Roma “.

Calcio  giovane, moderno, propositivo con criterio.

Va prendendo forma un nuovo stile di fare football. Esso sposa lo spettacolo con il concreto.

“E’davvero una bella Roma”.

La cosa che colpisce maggiormente è il blocco di 22  giocatori tutti in corsa a formare l’ “11” canonico.

Di Francesco fornisce un esempio di tecnica , capolavoro di psicologia.

E’ risaputo: chi sta in panchina avverte una sottile frustrazione. E’ umano che avvenga, niente di strano.

L’allenatore ha spazzato via musi lunghi , equivoci, tagliando corto ; “non esistono riserve e titolari. Siete tutti da prima squadra. Tenetevi pronti a ruotare mantenendo il  profilo intatto. Il campionato è lungo. Ognuno potrà trovare posto “.

Detto, fatto.

La girandola di formazioni rinforza la regola ” cambiando i fattori, il prodotto non cambia “.

Non ti accorgi dell’ingresso di Moreno, Bruno Peres, Defrel.Il meccanismo continua a girare.

“E’ davvero una bella, anzi grande Roma”

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...