Tifosi romanisti: allegria, anzi, tristezza: “tutto fa ….BRAND “.

Cresce lo spavento per ciò  che sta avvenendo a Londra dove è in corso il tentativo di uccidere il calcio.

Non bastava il VAR e altre diavolerie a snaturare il football.

Il nome del convegno londinese è tutto un programma, anzi una gran caciara.

Le prospettive sono inquietanti :”Leaders in sports – Meet Innovation “. Cioè, detto in parole caserecce del gergo ” parla come magni ” , significa ‘ andare incontro alle innovazioni ‘ !

Incredibile, non ci posso credere. Stanno raschiando  il fondo del barile.

Si cercano ancora novità, spunti, perchè l’antico dribbling, la giocata, la finezza, vengano ingabbiati nelle tabelline informatiche

(redditizie ).

Trionfa la parola  “brand”, pronuciata con sussiego, come se fosse la regina di sudditi ” a pecoroni”.

James Pallotta è estasiato. Ha messo in seconda fila anche la crisi della Roma.

Meglio abbandonarsi nel tepore di dichiarazioni riportate dalle agenzie e dai giornali:”  Ci sono 3 miliardi di tifosi di calcio nel mondo, e se io riuscissi a portare anche soltanto l’1% a tifare per la Roma come seconda squadra, sarebbero 30 milioni di tifosi. E se spendessero anche soltanto 5 dollari a testa, ci sarebbe un ricavo di 150 milioni. Più o meno è questo il modo in cui i numeri possono funzionare. È il livello di soddisfazione dei tifosi a determinare la tecnologia usata. Lo stadio sarà tutto esaurito ogni partita. Tutti a Roma vogliono questo stadio. Tranne forse tifosi della Lazio, ma verranno a giocare lì una volta a stagione”.
A parte la battuta condivisa dalla gente romanista, il discorso ha il sapore di megalomania tecnologica , di escamotage pirandelliano o meglio ” machiavellico “.

E’ come la mentuccia, la trovi dappertutto. Conduce sempre allo stesso traguardo della “Cassa”.

Sugli eSports, il mondo delle competizioni dei videogiochi, Pallotta ha raccontato un aneddoto: “Mio figlio mi ha detto che avrei fatto più soldi con questi che con i Boston Celtics e la Roma insieme“. Il presidente si è anche soffermato sul suo ingresso nel mondo del calcio: “Fino a cinque anni fa credevo fosse un gioco disgustoso. Non riuscivo a capirlo, ora invece vado fuori di testa”.

No , mister president , è la gente ad uscire fuori di testa. Quel gioco che la inebria , fa girare il capo, non esiste più.

Vale solo il football come fonte di businnes  di ristorni, di guadagni all’insegna di meet innovation, plug-and-play, VR (realtà virtuale) ,VAR, e altri accidenti incomprensibili ai tifosi.

Essi gradirebbero sapere perchè Dzeco non segna, come mai la Roma frena, notizie di acquisti con riguardo alla fascia destra dove il povero Florenzi canta e porta la croce.

Ci guadagnerebbero gli appassionati, sorriderebbe il cassiere , Lei sarebbe contento.

Allegria ! Anzi , tristezza !

Tutto fa….” Brand ”

 

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...